Contact us Acquisto Rapido

Imparo con il videomodeling (KIT: libro + software Professional su chiavetta USB)

Su ordinazione

Descrizione

Codice: 322094
Modelli comportamentali per l'apprendimento delle autonomie personali, domestiche e sociali

Imparo con il videomodeling (KIT: libro + software Professional su chiavetta USB)

Muovi il mouse sull'immagine per ingrandirla dove disponibile

Dettagli

IL SOFTWARE
L’efficacia del video modeling è ormai comprovata in diversi ambiti, compreso quello del trattamento di bambini e ragazzi con disturbi dello spettro autistico e con disabilità evolutiva.
Proprio a loro si rivolge Imparo con il videomodeling, un software operativo a supporto dell’attività clinica del professionista e che al contempo stimola l’interesse del paziente stesso attraverso la proposta e la rielaborazione di situazioni a lui familiari.
È inoltre un valido strumento anche per la famiglia e per tutte quelle figure che collaborano con il bambino o il ragazzo con difficoltà. Il software propone un archivio di modelli di comportamento per l’apprendimento per imitazione delle autonomie relative alla sfera personale, comunicativa e socio-emozionale, personalizzabile con nuovi contenuti video realizzati dal professionista o dalla famiglia. Al fine di permettere un accesso mirato ai materiali e incentivare la condivisione del metodo di apprendimento negli adulti che collaborano con il bambino, è possibile utilizzare il software in due modalità distinte a seconda del fruitore: «Famiglia» e «Professionista», profili in comunicazione fra di loro per creare una continuità tra le sedute individuali con l’esperto e le attività domestiche. Pensato principalmente per un utilizzo con bambini e ragazzi dai 5 anni in su, il programma può essere proposto anche a destinatari diversi (adulti, anziani), purché si abbiano le dovute accortezze nella creazione e nella somministrazione dei contenuti video.

L’applicativo è strutturato su due obiettivi essenziali:
• far fronte al bisogno di genitori e terapisti di disporre di un database di video già pronti all’uso e realizzati con metodo per garantirne l’efficacia;
• assicurare un utilizzo autonomo e costruttivo del tablet da parte del bambino (o adulto) con disturbi dello spettro autistico.

Per rispondere a queste esigenze il software si articola in due sezioni principali: famiglia e professionista con il fine di assicurare un utilizzo personalizzato e inerente al contesto di fruizione. A queste aree se ne aggiunge una terza dedicata al bambino.
Ognuna delle due aree principali è divisa in tre sezioni specifiche:

VIDEO: database con i video predefiniti divisi in videomodeling e video prompting con la possibilità di aggiungere anche i propri video e condividerli con il professionista per ottenere un riscontro sulla loro efficacia e funzionalità.

LUOGHI: sezione in cui è possibile scattare foto ai propri ambienti e inserire successivamente dei collegamenti con i video delle azioni che si svolgono in quel contesto.

ANDAMENTO: area finalizzata a registrare l’andamento dell’apprendimento, ulteriormente divisa in due parti:
• comunicazioni: una sorta di blocco note in cui il professionista riporta le informazioni inerenti la terapia;
• statistiche: grafici che restituiscono visivamente l’andamento delle acquisizioni delle autonomie.

Il software nel suo insieme propone di creare una connessione strutturata tra famiglia e professionista, sfruttando la forza dei video per guidare i bambini verso un maggiore grado di autonomia nelle piccole azioni quotidiane.

IL LIBRO
Il progetto Imparo con il videomodeling nasce dall’esigenza di individuare uno strumento realmente efficace per favorire l’apprendimento di alcune abilità funzionali in persone con disturbi dello spettro autistico e con altre difficoltà nello sviluppo.
Il volume si apre con una prima parte teorica in cui viene presentato il concetto di apprendimento per osservazione e imitazione (modeling), teorizzato e applicato per la prima volta da Bandura verso la fine degli anni ’60, e di come da qui si sia poi sviluppata la tecnica del videomodeling. Segue quindi l’analisi dei risultati ottenuti da esperti nel settore dell’autismo e delle difficoltà evolutive nell’applicazione della tecnica del videomodeling proprio nel campo dei disturbi dello spettro autistico e in altre categorie cliniche. Conclusa questa prima parte teorica, si procede con una sezione più operativa, con indicazioni pratiche su come realizzare dei filmati che rispondano in maniera adeguata a esigenze specifiche e sulle tipologie di filmati possibili (videomodeling, selfimodeling, prompting), sulle fasi filmiche e sui tempi da seguire, sulla scelta degli attori e la stesura della sceneggiatura e su tutti gli aspetti fondamentali per assicurarsi la realizzazione di un video ottimale (audio, luci, device tecnologici, ecc.). Conclude l’opera una sezione interamente dedicata al software, con indicazioni dettagliate sulle funzionalità del programma e su come realizzare un percorso il più possibile adeguato alle esigenze del bambino o del ragazzo.

Il CIG e il CUP sono richiesti per assicurare la tracciabiltà dei flussi finanziari nei lavori pubblici.
Art. 3 della L. 13/08/2010, n. 136 (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 196 del 23/08/2010 - serie generale).
Gazzetta Ufficiale: www.interno.it/mininterno/export/sites/default/it/assets/files/19/00222_LEGGE_13_agosto_2010x_n._136.pdf

CIG = codice identificativo di gara
CUP = codice unico di progetto

N.B. Se l'ordine è composto da più articoli e si riferisce ad un unico CIG/CUP, i codici possono essere inseriti alla fine dell'operazione.

Scrivi una recensione

* Campi Obbligatori

Tag dei Prodotti

Usa gli spazi per separare i tags. Usa virgolette singole (') per le frasi.

Contatti
Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter e riceverai le nostre offerte esclusive: